Sesso e corsa, binomio (quasi) sempre vincente

Sesso e corsa, binomio (quasi) sempre vincente

di Piero Colangelo

 

Una decina di anni fa, insieme ad un gruppo di amici, corsi la maratona di Firenze. Tra questi c’era Pasquale che partecipava per la prima volta ad una maratona e che riuscì a concluderla in un tempo interessante per un podista amatore, sotto le due 3h, 05’.
Durante il viaggio di ritorno ci confidò che il sacrificio più grosso a cui si era sottoposto durante l’intero arco della preparazione fu rappresentato dalla “necessità” di dover rinunciare ai rapporti sessuali nei quindici giorni che precedevano la prestazione.

Continua a leggere