IL PRIMO COMPLEANNO

La Mezza Maratona del Trapianto, la nostra città in tutto il suo splendore attraversata in lungo e largo, è qui che un anno fa abbiamo iniziato a “correre con le nostre gambe”, è qui che è iniziata la nostra esperienza con le carrozzine speciali, ed è proprio per questo che per noi oggi era davvero un occasione speciale.

Sono le 8 del mattino, io Leonardo e Alessandro siamo già al lavoro, sembra tutto programmato alla perfezione, subito un imprevisto, una ruota forata, ci dividiamo i compiti e velocemente le carrozzine sono pronte, gli altri compagni di sempre intanto si sono uniti a noi, i palloncini in ricordo di Marco sono gonfi quasi quanto i nostri cuori, incontriamo i ragazzi ed ha inizio la solita scaletta di preparativi per la partenza.

D’accordo con l’organizzazione ci facciamo spazio tra i top runner e siamo pronti al via di fronte a tutti, le due nostre carrozzine con Samuel e Marco alla prima gara, 20 spingitori che non vedono l’ora che sia il proprio turno, perché tutti siamo qui per questo per dare il nostro apporto.

Accanto a noi ci sono gli eroi della 100, i Corsari della Maratona, il loro spettacolare progetto “Io so perché corro”, un folto gruppo di amici con cui ho condiviso il Passatore, venuti da Piacenza e Cremona in riconoscenza per l’amicizia nata durante gli incredibili km che hanno portato noi e le carrozzine fino a Faenza, tutto come da programma, ma ultimamente la nostra strada incrocia altre realtà e così accogliamo accanto a noi anche la piccola Giulia venuta da Livorno con i suoi zii e la sua carrozzina normale per fare solo 7km sui Lungarni.

La trionfale partenza, ci spinge veloci per il primo tratto, i passaggi dal centro storico, sono adrenalina pura per noi Pisani, ma ancor di più emozionanti per i turisti-podisti, il ritmo forse è troppo veloce per alcuni ma al momento dell’ingresso del Parco di San Rossore caliamo la velocità per non perdere nessuno per strada, la natura silenziosa è solo rotta dai nostri cori, le urla e la compilation viaggiante di Giuseppe animo musicale del nostro gruppo.

Si torna in città, anche un giro sotto la meravigliosa Torre, le vie del centro e di nuovo i lungarni per gli ultimi km che ci separano dal traguardo e dalla esplosione di gioia.

Una nuova medaglia per gli amici del Vengo anch’io sì tu sì e per i Corsari, una medaglia che ci ricorderà sempre i sani valori della vita, l’amicizia quando sorge così spontaneamente e senza interessi è uno dei sentimenti più belli al mondo, la generosità nel pensare prima che a se stessi agli altri e ad essere disponibili ad aiutare il prossimo in difficoltà, l’amore che ci lega a questi ragazzi fantastici, la fratellanza che avevo conosciuto e riposto in un cassetto dai tempi del militare di leva.

Un primo compleanno con i fuochi d’artificio, un bilancio che parla chiaro, solo un anno fa eravamo alla nostra prima assoluta con le carrozzine speciali, da portare un solo disabile avevamo ottenuto la possibilità di portarne due per volta, eravamo in molti ma quasi esclusivamente tutti del Rossini, ho sempre creduto che però questo nostro progetto debba andare aldilà dei colori sociali e per questo abbiamo sempre accolto l’aiuto di chiunque ha voluto affrontare la strada al nostro fianco, dando lo stesso spazio a tutti dagli espertissimi ai novelli, così oggi a Pisa eravamo in 20 spingitori di cui 6 provenienti da gruppi esterni.

Una torta davvero grande, con la classica ciliegina, I Corsari, un gruppo di persone pazze quanto noi, drogati di sane emozioni, i nostri sforzi uniti spero vivamente che servano a far capire alla nostra amministrazione comunale che bisogna investire e lavorare tanto affinché persone meno fortunate di noi abbiano la possibilità di fare tutto ciò che fanno gli altri, una continua ricerca nell’individuare le barriere architettoniche al fine di eliminarle.

Più di due ore per 21km, non importa quanto c’è voluto, non conta niente la stanchezza, a noi importa solo dei momenti che hanno vissuto Rebecca Samuel Otto e Marco, quanto si sono divertiti e quanti sorrisi gli abbiamo strappato, conta che abbiano vissuto una mattinata fuori dai soliti schemi, inseriti in un contesto che quotidianamente non vivono, che si sentano parte della propria squadra, questo è quel poco che riusciamo a donargli noi in confronto a ciò che loro insegnano a noi, la forza di volontà nel combattere ogni giorno, il saper gioire di ogni attimo della vita che comunque è un bene meraviglioso, la determinazione che mettono nell’affrontare i problemi senza lamentarsi per ogni piccola cosa.

Grazie a tutti quanti per questo indimenticabile Compleanno, concluso come si usa fare con i classici regali, la premiazione sul palco fortemente voluta dagli organizzatori che si sono prodigati così tanto a nostro favore, l’abbraccio sincero e felice dei compagni di avventura, la felicità di Giovanna nel vedere uno straordinario Dionigi raccogliere i frutti dei suoi sacrifici per riuscire a correre per tutto il percorso per poi poter tagliare il traguardo spingendo la figlia Rebecca, l’emozione contagiosa di Giovanna e di Alberto che danno il via al mio primo pianto.

Ritorno con calma alla macchina, si stanno spegnendo le luci del palcoscenico, siamo di nuovo io Leonardo ed Alessandro che dopo tanti mesi tornava finalmente in gara, completiamo le operazioni finali, l’abbraccio finale di tre grandi amici che hanno sposato lo stesso progetto impegnandoci tempo fatica e altri sacrifici, solo per trovarsi con n i nostri cuori pieni di felicità per ciò a cui lavoriamo tanto ma che ci sa dare straordinari e inaspettati frutti, è il momento del secondo pianto, oggi abbiamo toccato corde dell’anima che non sapevamo nemmeno di avere.

Come sempre il risultato finale è lo stesso, FAR DEL BENE AGLI ALTRI FA MOLTO BENE A NOI STESSI!!

Grazie di cuore a tutti

Il nostro viaggio riparte il prossimo Novembre da Livorno

14522593_10209430125222363_1821676937_o 14542412_10207841705941091_4745717138672859916_o 14600562_10209430101261764_844591010_o 14608666_10207841705621083_5498680550044522827_o 14642258_10157693673625294_4928280095774882738_n 14647224_10209430143502820_989177295_o img_20161009_113820

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *