“10×1 ora – una corsa per Vincenza”: quando correre fa rima con solidarietà

Era il mese di Luglio quando Stefania lanciava un appello: “Chi partecipa a una corsa di solidarietà a sostegno di Vincenza Sicari?”. Vincenza chi? In pochi forse la conoscevano, i più si sono messi a cercare in rete ed ecco qua la sua storia. Vincenza, lodigiana, classe 1979, una vita per la corsa fino alla soddisfazione del 29esimo posto alle Olimpiadi di Pechino. Sembrava un futuro in ascesa quando una malattia neurodegenerativa ha troncato ogni sogno: del 2012 una malattia rara ha portato Vincenza a una perdita progressiva dell’uso delle gambe, fino all’attuale e definitiva paralisi degli arti inferiori.

Il mondo dello sport ed in particolare dell’atletica leggera ha cercato spesso di essere vicino all’atleta, organizzando diverse gare podistiche con l’obiettivo di raccogliere fondi per le cure mediche ed è per questo che è stata organizzata a Lucca, per il 29 settembre la “10×1 ora – una corsa per Vincenza”. Un evento particolare quello organizzato dalla Asd Marciatori Marliesi, in collaborazione con il Gs Antraccoli e Marathon Sport Lucca: una staffetta di dieci ore nella quale ogni corridore di ciascuna squadra corre per un’ora.

Alla chiamata hanno risposto in tanti Rossiniani, che si sono uniti alle altre 23 squadre per un totale di 250 atleti, compresi due ultra maratoneti che hanno corso per tutte le 10 ore. Dalle 9 alle 19, dal mattino al tramonto, 24 staffette si sono alternate al campo Coni di Via delle Tagliate a Lucca, in una giornata ancora estiva che ha messo a dura prova anche i corridori più preparati viste le temperature oltre i 30 gradi. Ma grazie al contributo di tutti è stato raggiunto un ottimo risultato nella raccolta dei fondi per la maratoneta, alla quale anche il G. P. Rossini ha cercato di fare sentire il proprio sostegno.

Claudia Marchetti 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *