Rossini: gli incredibili della Pisa Half Marathon

Gli incredibili della Rossini
Domenica 13 ottobre, per le strade di Pisa, ha fatto sfoggio di se la perla delle gare pisane, la Pisa half marathon – Pisa corre col cuore.
Una prova che ha visto impegnati tantissimi atleti della gloriosa Rossini. Qui vogliamo ricordarne alcuni che hanno compiuto un impresa ragguardevole.
Fra le incredibili donne rossiniane spicca Elena Genemisi, che ci ha abituato ormai a risultati sorprendenti e che ha chiuso la competizione di casa in 1.34.02 h posizionandosi quindicesima assoluta e quarta di categoria.
Il sorriso di Ilaria Orsucci ha passato il gonfiabile in 1.43.55 h portandosi in trentatresima posizione assoluta e quarta di categoria. Non poteva mancare il risultato della simpaticissima Veronica Testai che con 1.44.56 h chiude in bellezza e fra tantissimi sorrisi la sua prestazione con una posizione notevole, trentatresima assoluta e quinta di categoria. Fra le donne incredibili, non poteva mancare Martina Del Corso che con 1.45.13 ha completato la gara in quarantunesima posizione assoluta e nona di categoria.
Nella carrellata degli incredibili rossiniani non poteva non stupirci Roberto Iula, che ha dimostrato in diverse occasioni il suo valore sportivo e che ha concluso la fatica pisana in 1.25.13 h, una prestazione incredibile come quella di Maurizio Biasi, che, dobbiamo riconoscere, sta portando a casa risultati strepitosi e che anche a Pisa ha dimostrato la sua levatura con un tempo di 1.26. h.
Gionata Terreni seguiva a ruota il compagno di squadra con 1.26.04 h, risultati eccellenti per entrambi gli atleti.
Seguono fra gli incredibili Carlo Pernigotti, che riprende la stagione podistica, dopo una lunga pausa, con un tempo ragguardevole di 1.27.49 h. Degno poi di menzione Gianluca Burchielli, che incerto fino all’ultimo se disputare o meno la gara, all’età di 59 anni e con alle spalle una carriera gloriosa, non si è smentito, tagliando il traguardo in 1.28.52 h.
La Rossini ha partecipato alla competizione con trentacinque atleti che hanno tagliato il traguardo ma fra questi, l’incredibile degli incredibili è Augusto D’Amanzo nonostante i seri infortuni cjo hanno colpito di recente, riesce a compiere una mirabile impresa degna di rispetto, un fulgido esempio di tenacia e passione.

Non possiamo chiudere la nostra carrellata sulla mezza maratona pisana senza ricordare le gesta di Silvia Dottori, Paolo Giuntoli, Donatella Comparini, Cristina Pardi, Dori Pardi, Paola Palla e il vicepresidente che tutto il mondo del podismo ci invidia Alessandro Nicoli. Questi sono i veri incredibili, coloro che hanno tenuto alto il nome della squadra, rispettando la tradizione che vede la Rossini impegnarsi al massimo per offrire uno dei migliori ristori della competizione. I migliori tempi li hanno portati a casa i nostri volontari, che hanno rinunciato alla corsa, alla medaglia, alla foto sotto la torre, per mettersi a disposizione del podismo, dello sport e della città. Il nostro più sentito ringraziamento va a loro ” In alto i cuori”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *