Tre quattro due

Tre quattro due ossia 18.34!
Non stiamo dando i numeri, sono i tempi che il nostro Emanuele Della Bartola ha portato a casa oggi, domenica dieci maggio venti venti durante una competizione particolare.
Si tratta del 5000 stellare, una gara sui generis, come il periodo che stiamo vivendo del resto.
Graziano Poli con la genialità che lo contraddistingue in fatto di gare, ha messo in piedi una competizione unica al mondo. Ossia un 5000 metri da poter correre ciascuno dove voleva in un arco di tempo che andava dalla mezzanotte del 9 alla mezzanotte del 10 maggio.
Ciascuno poteva correre nel territorio che voleva, pista, asfalto, percorso abituale. Ciascuno per conto suo. Un modo originale di riprendere la nostra passione per la corsa e confrontarsi con il periodo di sosta imposto dalla pandemia. Emanuele della Bartola ha corso in rappresentanza del Gp Rossini e a lui va tutto il nostro riconoscimento. Non solo perché unico atleta Rossini, non solo per il tempo che è di tutto rispetto, ma per il coraggio di ripartire, anche con misure eccezionali ed aprire nuovamente la strada alla normalità. Emanuele ci ha insegnato che tutto può riprendere e che la nostra vita deve ripartire dalle passioni.
Il percorso che ha scelto sono state le mura di Lucca, che ha percorso con un passo di tutto rispetto di 3.42 al chilometro, portandosi al quarantesimo posto su quasi centocinquanta atleti di tutto rispetto. Nomi importanti e di peso hanno partecipato infatti a questa particolare competizione. Ema grazie per aver riaperto le danze, buona la prima!

V. Antoni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *